FILA GOES TO HOLLYWOOD: THE FIRM

I film sulla rabbia della working class inglese sono moltissimi e spesso pregevoli. Basterebbe pensare all’intera filmografia del Maestro Ken Loach. Ma anche alla rutilanza di Full Monty (1997) di Peter Cattaneo, alla grazia di Billy Elliott (2000) di Stephen Daldry, a quel sorprendente gioiello che è Pride (2014) di Matthew Warchus. Oggi vogliamo raccontarvi però di quando la frustrazione sociale si muta in violenza, trovando legittimazione nei capi di vestiario e nel look.
Stiamo parlando di The Firm, il film diretto nel 2009 da Nick Love che narra delle lotte tra hooligan. Uscito unicamente sul mercato UK, è il remake dell’omonima pellicola di Alan Clarke, che debutta nell’89. Entrambi i film si concentrano sul fenomeno dei casuals, ovvero quei gruppi organizzati di hooligan che nell’Inghilterra degli anni Ottanta si distinguono per il look sportivo che li differenzia da skinhead e hard mod. In questo senso, se la visione di Clarke è molto ‘borghese’ (il protagonista del film, interpretato da Gary Oldman, indossa spesso giacca e camicia), quella più recente di Love approfondisce con cura la questione estetica. Per regalare allo spettatore una visione il più possibile realistica, il regista ha ricercato i look storici dei brand sportswear che hanno segnato quell’epoca. FILA non poteva ovviamente mancare e contribuisce con un outfit coloratissimi, che animano una fotografia molto diversa da quella del film originale.
Le vicende di The Firm ruotano attorno alla figura di Dom (Calum MacNab) e alla sua fascinazione per Bex (Paul Anderson), leader del firm ufficiale del West Ham. In breve tempo Bex trascina Dom in una pericolosa spirale, in cui la tifoseria si tramuta presto in incontrollata violenza, sfogata allo stadio al termine delle partite di calcio. E dal momento che per far parte di un firm bisogna anche sottostare a codici fashion precisi, Dom si ritroverà a cambiare drasticamente anche il suo guardaroba.
Non amiamo spoilerare, dunque non vi diremo come termina il film: vi invitiamo però a prestare attenzione ai look dei protagonisti, e in particolare alle sgargianti Terrinda sfoggiate da Dom. Lanciata sul mercato da FILA nel 1981, la giacca Terrinda è inconfondibile per le sgargianti tonalità monocrome, spezzate ad altezza petto dall’incrocio di sottilissime linee geometriche. Un capo cult per i teenager degli anni Ottanta e in particolare per i fan degli Wham!, che hanno ceduto al fascino del nostro brand dopo averla vista indossata da George Michael. Dopo la visione di The Firm, ne siamo certi, non potrete più farne a meno nemmeno voi.




ENGLISH VERSION:

FILA GOES TO HOLLYWOOD: THE FIRM

Movies about English working class’ anger are many and valuable: just think of Master Ken Loach’s entire filmography. Not mention the verve of Full Monty by Peter Cattaneo (1997), the grace of Billy Elliott by Stephen Daldry (2000) and that surprising gem named Pride, directed by Matthew Warchus in 2014. Today we want to talk about social frustration turning into violence, finding legitimation in clothing and fashion looks.
It’s The Firm by Nick Love (2009), film telling of the uncontrolled fights between bands of hooligans. Released exclusively in the UK, it’s the remake of Alan Clarke’s homonymous motion picture, which debuted in 1989. Both movies are focused on the phenomenon of the so-called casuals, the organized groups of hooligans that originated form the skinheads and hard mods waves. In this sense, if Clarke’s vision is ‘bourgeois’ (the leading character, interpreted by Gary Oldman, ofter wears elegant shirts and jackets), Love’s more recent one explores the aesthetic matter in a deeper way. In order to offer the viewer the most realistic experience, the director has been researching the historical outfits by the sportswear brands marking that era. Obviously FILA couldn’t be missing, and contributed with extremely colorful outfits, that liven up a film photography which is very different from the original one.
The events of The Firm refer to the the character of Don (Calum MacNab) and his fascination for Bex (Paul Anderson), leader of West Ham’s official firm. In a very short time, Bex drags Dom into a dangerous spiral, in which supporting a team turns into uncontrolled violence, poured out at the end of football matches. Since being in a firm also means to submit to precise fashion standards, Dom will also find himself changing his look radically.
We don’t like spoilers, so we’re not going to tell you how the movie ends: what we invite you to do is to look carefully at the looks in the film, with a particular attention for the Terrinda jackets worn by Dom. Launched onto the market FILA in 1981, Terrinda is unique for its flamboyant monochrome tones, broken in the upper part by thin geometrical lines. A real cult for teenagers in the Eighties, who went mad for it after seeing George Michael of Wham! wearing it. After watching The Firm – we’re sure about it – you won’t be able to live without it either.

Commenti