ARCHIVISSIMA 2020: ECCOCI!

Giunge alla terza edizione Archivissima, il festival torinese che promuove presso il grande pubblico i patrimoni e le storie conservate negli archivi storici. Nato nel 2017 da un’idea di Promemoria, l’evento si distingue ogni anno per l’intensa programmazione fatta di convegni, laboratori, talk, esposizioni artistiche, colazioni a tema, tour e proiezioni in tutta la città.

L’emergenza epidemiologica da COVID-19 ha causato la cancellazione di numerose manifestazioni internazionali, ma Archivissima non è una di queste. L’edizione 2020 rimane confermata dal 5 all’8 giugno, interamente digitale. Tutti gli enti e le realtà coinvolte parteciperanno attraverso dei podcast, che nei giorni del Festival saranno caricati e distribuiti sulle principali piattaforme audio: da Apple a Google Podcasts, fino a Spotify. In tal senso, Archivissima Goes Digital si prefigura come un progetto ambizioso, “un grande archivio digitale audiovisivo che renderà fruibile nel tempo il lavoro di tutte le realtà partecipanti, ponendo le basi per nuove future esperienze di condivisione”.

Confermata anche La Notte degli Archivi, che nella serata di venerdì 5 giugno consentirà agli utenti di visitare i principali fondi archivistici grazie a contenuti video online sui canali social e trasmessi in diretta streaming. Un palinsesto ricco e dalle inedite potenzialità interattive.

Archivissima 2020 è dedicata alle donne: ed essere donne, scrive Simone de Beauvoir ne Il secondo sesso, non è un dato naturale. È, piuttosto, il risultato di una storia. “Nessun destino biologico, psichico o economico definisce l’aspetto che riveste nella società. È l’insieme della storia e della civiltà a elaborare quel prodotto”. L’edizione si apre dunque all’insegna di una riflessione importante, che vuole celebrare i successi al femminile di cui la storia è disseminata e testimoniare l’importanza dei processi di trasformazione e cambiamento che in tantissimi ambiti le donne hanno saputo attivare.

Fondazione FILA Museum sarà presente con ‘Donne, atlete’: un excursus che ripercorre la storia del marchio attraverso le sue più grandi campionesse. Le protagoniste danno vita ad un ampio, variegato affresco della condizione femminile contemporanea. Cinque podcast (realizzati con la collaborazione dell’Audio Maker Ted Martin Consoli e della voce narrante di Manuela Tamietti) racconteranno sette atlete. Deborah Compagnoni e Fiona May infiammano lo sci e l’atletica leggera e, dopo il ritiro sanno distinguersi per l’impegno sociale e per la capacità di reinventarsi professionalmente. Non teme i cambiamenti nemmeno Andrea Jaeger, enfant prodige del tennis internazionale che a sorpresa prende i voti. Evonne Goolagong e Kim Clijsters sono a loro volta tenniste da record, ma soprattutto donne: entrambe ritornano a mietere vittorie all’indomani della maternità, mettendo a tacere chiunque affermi che carriera e famiglia sono inconciliabili. La rassegna si conclude con la calciatrice Carla Overbeck e la cestista Nikki McRay, atlete formidabili e fonti d’ispirazione per il ‘girl power’ sportivo. I podcast saranno online su www.archivissima.it e sui canali Facebook e Instagram della Fondazione a partire dalle ore 18:00 di venerdì 5 giugno.

Sempre venerdì 5 giugno, dalle ore 20:00, un video esclusivo sarà diffuso sui canali Facebook e Instagram della Fondazione, in occasione della Notte degli Archivi: un’opportunità unica per scoprire parte di un archivio ricchissimo attraverso immagini straordinarie e in alcuni casi ancora inedite. Con Donne, atlete, Fondazione FILA Museum porta un contributo personale alla ridefinizione del concetto di archivio, che si rivela essere dispositivo di narrazione privilegiato. E nel caso di FILA il capo di vestiario è solo il punto di partenza di uno storytelling raffinato, che contempla le gesta delle atlete ma anche i mutamenti sociali e di costume, le conquiste nel campo delle pari opportunità. Il video è realizzato con la collaborazione del videomaker Michele Burgay.


ENGLISH VERSION:

ARCHIVISSIMA 2020: HERE WE ARE!

Archivissima (literally ‘Superarchive’), Turinese festival promoting stories and treasures behind historical archives, is now in its third edition. Created in 2017 by Promemoria Association, this event stands out for its intense program, made of meetings, laboratories, talks, artistic axhibitions, thematic brunches, tours and projections in the whole city.

The COVID-19 health emergency caused the cancellation of numerous international events, but Archivissima is not among these. This year’s edition is confirmed from 5th to 8th June, and will be totally digital. All the institutions involved will take part through some podcasts that will be uploaded and distributed on the main audio platforms – Apple, Google Podcasts, Spotify. In this sense, Archivissima Goes Digital is an ambitious project, ‘a big audiovisual archive that will make all the participant institutions’ work available. It’s time for new experiences of sharing’.

La Notte degli Archivi (‘The Night of Archives’) is confirmed too: on Friday evening, June 5, viewers will be able to discover the most important archival fonds thanks to video contents that will be online on social media accounts. A rich schedule with unprecedented interactive potentials.

Archivissima 2020 is about women, and being a woman, as Simone de Beauvoir wrote in The Second Sex, is not a natural fact: it’s a historical consequence. ‘No biological, psychic or economic destiny defines the role it plays in society. It’s the combination of both history and culture to process that product’. This edition is marked by the urge of a crucial reflection, aiming to celebrate the female conquers in history and witness the importance of the processes of transformation that women have been able to activate in a lot of fields.

Fondazione FILA Museum will present Donne, atlete (‘Women, athletes’), event based on the Brand’s history through the eyes and the experiences of its best female champions, bringing up an powerful depiction of contemporary female condition. Five podcasts will tell about seven different athletes: realized with the support of audio maker Ted Martin Consoli and speaking voice Manuela Tamietti, they will be streamed on www.archivissima.it and the Foundation’s Facebook and Instagram accounts on June 5, at 6pm. Deborah Compagnoni and Fiona May have set skiing and athletics on fire, and after their retirements they have been able to reinvent themselves. Andrea Jaeger, enfant terrible of the international tennis scene, doesn’t fear changes either: in 2006 she unexpectedly took vows! Evonne Goolagong and Kim Clijsters are two amazing tennis player as well, but most importantly they are two women: after their motherhoods they have been successfully back on courts, denying it’s impossible to be mothers and champions at the same time. Last, but not least, soccer Carla Overbeck and basketball player Nikki McRay are representative of the importance of being in a team, becoming an inspiration for girl power in sport through the years.

An exclusive video will be premiered on the Foundation’s Facebook and Instagram accounts on June 5, at 8pm, on the occasion of the Notte degli Archivi event: realized with the support of director Michele Burgay, it’s going to be a unique opportunity to discover an incredible archive, thanks to rare, extraordinary pictures. With Donne, atlete, Fondazione FILA Museum gives its personal contribution to the redefinition of the concept of archive, turning it into a special mechanism of storytelling. In our FILA universe, clothing is just a starting point, because it’s not only about athletic feats, but also about changes in style, female rights and behaviour.

Commenti